Dormire poco fa male alla salute ed influisce sul colesterolo: ecco i rischi che si corrono

By | Aprile 26, 2016

Ti piace dormire tanto e se dormi poco ti senti stanca e senza voglia di fare niente? Alla fine a chi piace dormire qualche oretta in più non ha tutti i torti, ecco perche e cosa si rischia dormendo poco. Non è di certo una novità il fatto che dormire poco faccia male alla salute, o meglio dormire troppo poco, perchè il nostro organismo ha bisogno di riposare proprio per stare bene sia a livello fisico che mentale. Purtroppo la carenza di sonno può comportare dei rischi non indifferenti per la salute, come malattie cardiovascolari, oppure soffrire di obesità creando dei danni al sistema immunitario non indifferenti, ma anche al metabolismo ed agli ormoni dell’appetito. E’ questo quanto sostanzialmente dichiarato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Helsinki i quali sono riusciti a scoprire che dormire poche ore a notte può comportare un grave deficit nell’organismo, influenzando anche il metabolismo dei carboidrati così come quello del colesterolo, e dunque, compromettendo la salute dei vasi sanguigni.

Stando a quanto riferito dai ricercatori in questione una carenza di sonno può gravare sul metabolismo dei carboidrati dando vita ad alcune malattie piuttosto gravi come il diabete ad esempio. Il nuovo studio in questione ha esaminato nello specifico l’impatto della privazione del sonno sul metabolismo del colesterolo sia in termini di espressione genica che per quello che riguarda i livelli di lipoproteine nel sangue. Per farlo, ha impiegato tre set di dati: nel primo esperimento i ricercatori hanno coinvolto 21 persone le quali per un’intera settimana hanno visto diminuite le ore di riposo, mentre gli altri due studi epidemiologici hanno coinvolto 518 e 2221 persone. Ebbene, da questi studi è emerso come i geni che lavorano durante la regolamentazione del trasporto del colesterolo risultano meno attivi proprio nelle persone che dormono di meno, e questo non fa altro che portare ad una diminuzione dei livelli del tipo Hdl, ovvero del colesterolo buono. Tutto questo, purtroppo, non fa altro che provocare problemi di salute non indifferenti, tra cui l’aterosclerosi ovvero una malattia vascolare cronica e progressiva che si manifesta tipicamente nell’età adulta o avanzata.

L’aterosclerosi è una forma di arteriosclerosi caratterizzata da infiammazione cronica dell’intima delle arterie di grande e medio calibro; infiammazione che è dovuta fondamentalmente, ma non solo, all‘accumulo e alla ossidazione delle lipoproteine nella parete arteriosa.“È particolarmente interessante notare che i fattori che contribuiscono all’insorgenza dell’aterosclerosi, vale a dire le reazioni infiammatorie e i cambiamenti nel metabolismo del colesterolo, siano state trovate sia nel set sperimentale che a livello epidemiologico”, ha dichiarato Vilma Aho dell’University of Helsinki, che insieme ai suoi colleghi ha analizzato le persone, dando vita allo studio in questione. Concludendo, i ricercatori sostengono che basta soltanto non riposare bene per una settimana per vedere gli effetti negativi sulla propria salute. Dunque per potersi mantenere in forma non è necessario soltanto mangiare sano e mantenersi in salute, ma anche dormire bene ed anche tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.