Chirurgia laser per operazione occhi, conviene davvero?

By | Giugno 4, 2018

Sono molti i soggetti che al giorno d’oggi soffrono di patologie oculari, come ad esempio la miopia, l’astigmatismo, ipermetropia e presbiopia. Essi possono essere risolti grazie all’uso della chirurgia, magari usando una operazione di laser agli occhi, anche detta chirurgia refrattiva. Quest’ultima è una diramazione della chirurgia che si occupa della correzione dei difetti oculari.

L’intervento chirurgico in questione avviene attraverso l’impiego di un laser, che permette la correzione dei più diffusi difetti visivi, per far ciò meglio affidarsi ad esperti professionisti come quelli della Vision Future .

Chirurgia laser occhi: come funziona

Sorge dunque spontaneo domandarsi in cosa davvero consiste questa operazione laser occhi? Come si evince già dal termine usato, è una tecnica di intervento basata sull’utilizzo di un laser che permette di effettuare la correzione di alcuni difetti visivi. Con il laser si può fare un intervento sulla cornea, un tessuto trasparente che va a ricoprire la superficie anteriore dell’occhio, che consta di ben cinque parti:

  • epitelio;
  • membrana di Bowman;
  • stroma;
  • membrana di Descemet;

La cornea occupa un ruolo di gran lunga essenziale per la salubrità della nostra vista, in quanto consente alla luce di trasparire all’Interno dell’occhio portandola a convergere sulla retina, dopo essere trapassata passando per il cristallino. Qualora la cornea dovesse risultare danneggiata, quindi, il nostro occhio non è in grado di mettere bene a fuoco le immagini, provocando così disturbi visivi più o meno gravi, fino a portare addirittura alla cecità.

L’operazione con il laser agli occhi permette di cambiare lo spessore della cornea, facendo sì che avvenga il passaggio dei raggi luminosi in maniera corretta e, di conseguenza, le immagini arrivino alla retina non sfocate bensì ben nitide.

In base a quel che è il difetto visivo, l’intervento laser sulla cornea varia. Ad esempio, qualora si tratti di un intervento per la miopia, bisogna minimizzare lo spessore della cornea, viceversa nel caso della ipermetropia c’è bisogno di curvarla leggermente.

Chirurgia laser occhi: come avviene

Di questi tempi, l’operazione laser occhi può essere fatta attraverso l’uso di tre tecniche, a seconda delle esigenze mirate e delle indicazioni del chirurgo.

Le tre tecniche sono queste sotto elencate:

  • Lasik: il chirurgo compie un taglio sulla cornea, al fine di ricomporre una specie di sportellino. Questa tecnica è meno invasiva, ma pure più complessa da applicare;
  • PRK (PhotoRefractive Keratectomy): si compie un’estrazione ed elimina l’epitelio, cioè lo strato esterno della cornea, e si continua con la variazione della curvatura della stessa. Si tratta di una procedura più facile, ma con un decorso post-operatorio più doloroso;
  • Lasek: molto simile alla tecnica PRK, con la soka differenza che l’epitelio non viene tolto, bensì riposizionato al termine dell’intervento.

L’intervento di laser agli occhi si fa da svegli, in anestesia locale, usando un collirio. In media, l’operazione si effettua in un tempo molto breve, circa 15 minuti, e può essere fatto ad entrambi gli occhi oppure ad uno soltanto, dipende sempre dalle indicazioni del chirurgo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.