Trading online vincente per molti ma non per tutti, vediamo perché

By | luglio 30, 2017

Bene o male tutti sanno cos’è il trading online , ovverosia la compravendita di strumenti finanziari via web attraverso un intermediario abilitato che può essere una banca, un broker o una Sim – Società di intermediazione mobiliare. Ed il tutto con l’obiettivo di ottenere dei profitti partendo da un capitale iniziale. Negli ultimi anni sono stati in tanti a puntare sul trading online, ma poi non tutti sono arrivati all’obiettivo visto che non sono mancati coloro che anzichè guadagnare hanno dovuto poi far fronte a perdite anche rilevanti sul capitale investito.

Tutto ciò accade perché, a differenza di quella che può essere l’opinione comune, il trading online non è un gioco, e non è nemmeno una scommessa visto che per poter guadagnare acquistando e vendendo strumenti finanziari come le azioni, le valute, e gli strumenti derivati come le opzioni binarie, è necessaria come condizione di base quella di essere competenti.

E visto che nessuno nasce trader, come si fanno ad acquisire queste competenze? Ebbene, a fare la differenza tra un trader online bravo, ed uno meno bravo, sta nello studio, nella formazione continua, nell’esperienza maturata ed in alcune spiccate caratteristiche a livello caratteriale che spaziano dalla capacità di saper gestire le situazioni difficili all’evitare scelte affrettate ed istintive che, nel mondo degli investimenti, spesso sono il preludio ad operazioni finanziarie sbagliate.

La prima domanda da porsi, per chi si affaccia per la prima volta nell’affascinante mondo del trading online, è quella relativa al perché si punta sulla compravendita via via web di strumenti finanziari? In altre parole, cosa si vuole ottenere dal capitale iniziale che si ha a disposizione? E quanto si è disposti a perdere? Entrambe le domande sono strettamente correlate ad uno dei concetti di base degli investimenti in Borsa, sul Forex e su altri mercati regolamentati, quello relativo al rischio. Più ambiziosi sono gli obiettivi di profitto sul capitale a disposizione, maggiore sarà il rischio che sarà necessario assumersi con la conseguenza che, in caso di operazioni finanziarie avverse e sbagliate, questo rischio elevato può comportare l’intera perdita del capitale iniziale.

Fissati gli obiettivi, per puntare ad investire con profitto sui mercati finanziari occorre acquisire le basi dell’analisi tecnica e quelle che regolano le dinamiche degli strumenti finanziari. Ad esempio, per investire in azioni occorre essere informati sui dati di bilancio delle società ottenuti nel passato e nel presente, nonché le stime di utili e ricavi comunicati dalle aziende quotate unitamente a quelli che sono in merito i giudizi degli analisti.

Inoltre, occorre fare attenzione che quasi sempre i prezzi delle azioni in Borsa non sono ‘corretti’, ovverosia possono essere più bassi o più alti del cosiddetto ‘fair value’ per tutta una serie di ragioni e di fattori a partire da quelli speculativi e passando ad esempio per le indiscrezioni ed i rumors su aumenti di capitale, riassetti societari, fusioni ed acquisizioni, e/o cambi al vertice importanti per quel che riguarda i top manager.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *