Italiano scambiato per terrorista, colpa della matematica

By | Maggio 8, 2016
Italiano scambiato per terrorista, colpa della matematica

Per chi odia la matematica, la brutta vicenda di Guido Mezio può essere un incentivo per non studiarla , visto che a causa di un’equazione lo hanno scambiato per terrorista. Giovedì sera un uomo dai capelli scuri e carnagione olivastra era a bordo di un aereo diretto a Syracuse, nello stato di New York. Seduta al fianco c’era una passeggera dai capelli biondi, la quale, colpita dai modi a suo dire sospetti, ha cercato di attaccare bottone. Ma Guido Mezio, così si chiama l’uomo, non aveva tanta voglia di parlare, anzi, era intento a scrivere degli “strani geroglifici” su un foglio di carta.

Allarmata, la signora ha chiamato le hostess e a comunicato grazie a un foglietto che probabilmente era seduta vicino a un terrorista. Apriti cielo: dopo pochi minuti l’aereo è tornato indietro al gate (ed erano già avviate le fasi di decollo), l’italiano prelevato e fatto accomodare in aeroporto, per capire cosa fossero quegli strani geroglifici. Era un’equazione matematica.

Il fantomatico terrorista non è altri che un professore di matematica della Ivy League, il network che unisce università come Harvard e Princeton. Basta infatti digitare il suo nome per capire che cervello in fuga italiano sia questo ragazzo, visto che tiene conferenze in tutta l’America e in Canada: appunto per questa ragione, doveva risolvere una equazione differenziale, non certo fare dei calcoli da terrorista per far saltare in aria tutti, lui compreso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.