Come i ragazzi utilizzano i social network

By | Maggio 4, 2016

I social al giorno d’oggi sono una vera e propria costante. Basti pensare che i ragazzi che non usano Facebook, Twitter o Instagram si possono davvero considerare delle mosche bianche. Ma come i ragazzi utilizzano i social network? Molto spesso si sentono dire tante cose negative per quanto riguarda i social network ma adesso andiamo a concentrarci su ciò che di positivo hanno provocato.

Infatti se da un lato sono stati visti come una sorta di degradazione della vita sociale perché la comunicazione avveniva di fatto da una parte all’altra dello schermo, dall’altro lato ci sono diversi studi, come quelli fatti dall’istituto australiano “Young and Well Cooperative Research Centre” in cui si dimostra come i social abbiano un ruolo importante e positivo nella vita dei ragazzi.

Per esempio possono avere fini educazionali, facilitare le relazioni interpersonali, un ruolo nella formazione di un’identità e promuovere persino un senso di appetenza e fiducia in se stessi.

ragazzi

Andiamo a vedere ora delle caratteristiche che fanno dei social degli elementi di comunicazioni positivi per i giovani d’oggi. In che maniera i ragazzi utilizzano i social.

  1. I ragazzi stanno sviluppando una voce propria ed autorevole

Lo so ti sembra strano ma i media classici, come tv e giornali, stanno dando sempre più rilevanza ai social. Infatti i social network possono essere utilizzati per discutere dibatti di portata locale, nazionale o internazionale. Internet non ha confini. Le competenze personali sono davvero importanti in questo contesto per fare, sviluppare e mantenere nuove amicizie. Inoltre è fondamentale essere visti come una persona di fiducia attraverso i sociali.

Di conseguenza gli stessi possono istruire i ragazzi a capire come comportarsi in una comunità e come interagire in essa. Anche solo navigando i mari digitali è possibile attraverso per esempio i gruppi di FB avere quella leadership in grado di guidare le persone verso un interesse o obbiettivo comune.

Avere un proprio gruppo su facebook ed esserne gli amministratori ci metterà al centro dell’attenzione verso le persone che ci conoscono, verso le ragazze e perché no, suscitando l’interesse anche di una ex. Sicuramente una mossa utile su come riconquistare e riavvicinare una ex e attirare la sua attenzione quando si ha una reputazione online positiva e di interesse.

  1. I ragazzi sono creatori di contenuti, manager e diffusori

Oggi più che mai i social confidano in una partecipazione attiva. Gli users prendono parte attivamente nella conversazione del sito, nel caricare nuovi contenuti, modificarli e cancellarli.

Mai come oggi possono essere uno sbocco verso la fantasia. Se da un lato ciò può portare a discussioni circa la proprietà dei contenuti e del management di tutte marea infinita di informazioni personali, tutto questo però può essere da supporto alle creatività.

  1. I ragazzi come collaboratori e team players

I social sono creati e disegnati per supportare gli utenti a lavorare, pensare e agire insieme. Infatti i più giovani spesso chiedono aiuto e consigli su servizi ed eventi. Oppure osservando alcune piattaforme come, giochi anche complessi inclusi in molti social, diventano dopo esperti nel settore.

Successivamente una volta acquisita esperienza gli stessi saranno in grado di consigliare altri ragazzi quando ne avranno bisogno.

  1. I ragazzi come esploratori dei social

I social incoraggiano indubbiamente la scoperta. Se qualcuno ha interesse in un determinato libro, autore, brands o associazione è quasi sicuro che il suo interesse sia catalogato da un servizio di social oppure entro un vero e proprio gruppo social dedicato.

I social sono maestri in questo. Aiutano i ragazzi a trovare un interesse e condividerlo con altre persone. Inoltre i social possono essere di ispirazione per trovare nuove interessi correlati oppure del tutto nuovi.

  1. I ragazzi come comunicatori di sentimenti ed emozioni

Quante volte l’abbiamo visto? I nostri amici sono in vacanze e postano subito la foto di tutti i luoghi più belli. Per farci invidia? Forse. E tutti i cibi, le nuove ricette i party postati? Mentre noi magari a casa a studiare. Ad ogni modo i social sono entrati letteralmente in connessione con noi. In grado di sviluppare un carico emotivo non indifferente.

Spesso anche perché Facebook è installato sul telefono, quindi di fatto l’accesso è a portata di mano e la tentazione troppo forte. Magari di vedere il profilo del proprio e della propria ex. Essi perché quante volte è capitato che il proprio/la propria ex pubblichi una foto particolarmente uscita bene su FB con il secondo o forse primo fine di farci ingelosire anche tramite una marea di likes.

Oppure siamo stati proprio noi a farlo. Non ci deve più sorprendere ormai è un modo di comunicare indiretto, un gioco sottile che stuzzica l’attenzione e l’occhio inevitabilmente dei propri ex, attuali oppure futuri amanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.