Come eliminare la muffa dalle pareti di casa: conoscere il nemico per sapere come abbatterlo

By | Luglio 10, 2019
muffa

Molto spesso i nemici peggori per la nostra salute sono quelli che si nascondono meglio, quelli che ci sono ma non si vedono. Come, ad esempio, la muffa che si forma e si moltiplica negli angoli più nascosti delle nostre case. La muffa altro non è che il nome generico che indica diversi tipi di funghi microscopici che proliferano in ambiente prevalentemente umido. Se in natura questi microrganismi risultano molto utili perché scompongono i vegetali e contribuiscono a formare l’humus, terreno fertile del mondo animale e vegetale, nelle abitazioni la muffa può diventare assai pericolosa perché causa di infezioni e infiammazioni respiratorie, allergie e irritazioni delle mucose. Alcune tipologie rare di muffa possono rilasciare delle spore tossiche che, se inalate, causano patologie anche gravi dell’apparato respiratorio.

In sostanza è molto importante proteggere gli ambienti frequentati da esseri umani dal proliferarsi delle muffe, in particolar modo le abitazioni private dove vivono soggetti a forte rischio come bambini, anziani, donne in gravidanza e persone con sistema autoimmunitario compromesso. Persino l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si è espressa a riguardo, confermando che l’umidità e la muffa possono causare seri danni alla salute.

Alla luce di ciò risulta davvero importante cercare di capire come elimianre la muffa dai muri di casa, soprattutto dalle pareti degli ambienti più facilmente sottoposti all’umidità come il bagno e la cucina.

Dove si forma principalmente la muffa in casa?

Partendo dal presupposto che nessuna zona della casa è veramente salva dalla muffa, le pareti più colpite dalla muffa sono quelle del bagno e della cucina ma anche le camere da letto non vengono risparmiate essendo spesso le più fresche, le più esposte a nord della casa e quelle dove all’umidità ambientale si aggiunge quella proveniente dalla sudorazione e dalla respirazione degli abitanti durante la notte. In generale le stanze esposte a ovest e nord-ovest sono quelle più sensibili alla proliferazione dei microrganismi perché sono le più fredde e maggiormente colpite dalla pioggia. Altre zone sensibili sono i sottovasi delle piante dove ristagna l’acqua, materiali fatti di carta, cotone e legno come pezzi di arredamento, libri e vestiti.

Come eliminare la muffa?

Per eliminare la muffa dalle pareti di casa esistono diversi metodi; se il fenomeno è ancora abbastanza modesto si può ricorrere anche a strategie naturali. Per togliere le macchie di muffa dal muro in modo veloce si può utilizzare la candeggina ma solamente su pareti di colore bianco o neutro in quanto questo materiale potrebbe causare lo sbiadimento degli altri colori. Un altro ingrediente casalingo che può trasformarsi in un valido aiutante nella battaglia per eliminare la muffa dai muri di casa è l’aceto.

Aceto di vino e panno di cotone possono essere utilizzati per rimuovere le incrostrazioni di muffa sia dalle pareti che dai mobili o se in casa non avete dell’aceto di vino potete usare il bicarbonato miscelandolo con acqua e usando uno spruzzino di plastica per distribuirlo sulle pareti da trattare. Continuando l’elenco dei prodotti naturali da utilizzare per elimare la muffa dai muri di casa troviamo anche il sale grosso, che è in grado di assorbire l’umidità se disposto in sacchetti nelle zone più umide, l’estratto di agrumi sempre da diluire in acqua e da spruzzare sulle pareti da trattare.

Eliminare la muffa dai vestiti è possibile, anche utilizzando sostanze naturali come aceto, acqua e limone. Dopo aver bonificato i vestiti, è importante fare lo stesso con l’armadio in cui sono conservati. Oltre ai capi in cotone, quelli in pelle sono particolarmente soggetti ad attacchi poiché il cuoio è costituito per lo più da proteine, di cui le muffe si cibano. I pezzi di arredamento in legno, soprattutto se lasciati in zone umide casa, possono essere attaccati da muffe. La zona più vulnerabile è solitamente il retro, dove non c’è sufficiente aerazione. Tuttavia queste metologie di approccio per eliminare la muffa dalle pareti sono sufficienti solo per tamponare una situazione di lieve entità. Togliere macchie di muffa dal muro rappresenta un problema? Conviene affidarsi ad una ditta specializzata per estinguere il problema come una di quelle che puoi trovare su Instapro.it.

Come si può evitare che si riformi la muffa?

Così come è importante eliminare la muffa dai muri di casa, è altrettanto importante prevenirne la formazione di nuovo. Per fare ciò si possono seguire alcune semplici regole come cercare di areare la casa più volte al giorno anche nei mesi freddi: l’aria esterna è infatti più fresca e secca di solito e permette di bilanciare l’umidità interna. E ancora: quando si imbianca casa si possono utilizzare delle tinte apposite e traspiranti; un altro importante accorgimento è quello di verificare e migliorare l’isolamento dell’abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.