Come addestrare un pastore tedesco

By | Luglio 21, 2018

Il Pastore Tedesco, contrariamente a quelle che sono le vecchie storie e leggende che lo vedono simile al cane lupo, siamo davanti ad un cane estremamente intelligente, docile, ma dal carattere fiero, e non aggressivo. Vive perfettamente nel nucleo familiare, è affettuoso e ama ricevere delle coccole e dimostrazioni di affetto.

Bisogna però ricordare che la sua stessa grandezza fisica, può trarlo in inganno durante i giochi con i bambini, non sempre è in grado di evitare di usare la sua forza, inoltre, quando in famiglia c’è un bambino, è bene che questo sia portato piano piano nella sfera affettiva del cane con gradualità.

Pastore tedesco: il modello di cane perfetto

Di natura è un cane dotato di un grande senso di responsabilità, per cui rispetterà i compiti che  gli vengono affidati e li svolgerà con serietà e devozione. Il carattere lo induce anche ad una buona dose di riflessione, non è istintivo e sa ponderare bene le situazioni che gli si mettono davanti, anche quelle impreviste che bisogna saper affrontare senza paure.

È un cane allerta e sicuro di sé, vivace e iper attivo: gli esperti cinofili come Gaetano Falcone di Dicasafalcone.com , affermano che il pastore tedesco può essere definito il modello di cane perfetto, da lui ci si aspetta sempre di tutto data l’estrema intelligenza, sa a pieno che cosa fare e come agire, queste caratteristiche sue proprie della razza fanno di lui un ottimo cane da addestrare. Secondo quanto dichiarano i professionisti, bastano dieci lezioni per avere un Pastore Tedesco obbediente ed educato.

Pastore tedesco: le fasi dell’addestramento

I vari ambiti dell’educazione prevedono come prima cosa, la precisa condotta al guinzaglio per capire le basi su come addestrare un pastore tedesco; è bene che si capisce subito come agire quando si trova ad andare a spasso con il suo padrone, sono info che devono essere capite fin dalla tenera età, per cui già a sette e otto mesi di vita, è fondamentale che sia addestrato a rispettare gli ordine basilari, tra cui pure saper rispondere al richiamo del suo nome, del piede. Ma anche altri lavori, come rispondere al comando di seduto o dare la zampa e altri gesti richiesti da ogni singolo padrone di cane.

Le lezioni di base sono subito comprese dal cane, in un secondo momento devono essere perfezionate, dando spazi anche ad altre circostanze diverse che vanno dalla pista agli ampi spazi verdi.

In queste situazioni il cane viene addestrato anche ad abbaiare in presenza di sconosciuti, cosa che lo rende perfetto per essere cane da guardia della casa, ma pure delle stesse persone della sua famiglia.

Se e quando questo comando gli viene impartito bene da un buon addestratore, diventa un ideale sorvegliante dei luoghi considerati suoi di appartenenza.

Pastore tedesco: addestramento da professionista

Per questa serie di motivi, è importante che il cane sia addestrato da un professionista. Soprattutto chi compie l’attività dell’allevamento di pastori tedeschi, un cucciolo e il suo addestramento diventa un momento importante che inciderà molto nelle dinamiche del nucleo famigliare, in particolare se sono presenti dei bambini piccoli.

Al termine dell’addestramento, il cane potrà ricoprire a pieno i suoi compiti; ciò che dicono gli esperti, soprattutto per far sì che l’allevamento funzioni a pieno, è di far vivere tale insegnamento e la sua intera istruzione su quelli che rappresentano i suoi compiti fondamentali, con divertimento e senza pensieri, il cane deve stare a suo agio e non avere alcuna forzatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.